Sinodo Minore “Chiesa dalle genti”

Pubblicato giorno 3 maggio 2018 - Senza categoria

Sintesi DI DECANATO dei contributi per il Sinodo Minore “Chiesa dalle genti”

1. Attirerò tutti a me: il fuoco del sinodo La chiesa delle Pentecoste annuncia e vive della grazie e della forza dello Spirito santo. Lui è il protagonista della vita della chiesa. Lui dona pienezza di doni e creatività. Lui è unità delle diversità. Lui è coraggio che libera dalla paura. Lui è apertura creativa e coraggiosa. Lui è libertà, amore, gioia, comunione, benevolenza. Vogliamo annunciare: un Dio di Gesù che è Padre di tutti è Signore dell’universo e del creato è Misericordioso, fonte d’amore e perdono è Vangelo, vissuto da Gesù.

2. Tempo di ‘meticciato’: Tempo cruciale di incontro e di complessità di popoli e cambiamenti di società che propiziano tante novità (socio/economico/culturale/tecnologico/massmediale) e che quindi richiedono sapienza e discernimento spirituale al fine di cogliere i gemiti e i suggerimenti dello Spirito. Alcuni tratti della nostra realtà di decanato ci invitano come chiesa ad una attenta e appassionata sollecitudine. Questi tratti sono: la fatica e ilò sospetto dell’ ”altro”; la paura del diverso e dello straniero; il poco radicamento alla comunità locale dei migranti stessi in favore di un unico riferimento o appartenenza all’etnia di origine; l’anonimato e la solitudine che rendono non ben definibile la diversità delle persone.

3. La nostra realtà ecclesiale di Decanato: Vorremmo impegnarci per una crescita:

I. di popolo di Dio: chiesa soprattutto che prega e celebra bene come ‘Chiesa dalle genti’ ! Troviamo gesti, riti,                 occasioni per essere creativi.

II. nel vivere la carità: con tutte le varie e molteplici iniziative/settori/agenzie pastorali che promuovono questa           cura nella comunità cristiana. Alcune iniziative che già sono promosse vanno migliorate: catechesi a tutti i livelli         (adulti e iniziazione, catecumenato cresima, matrimonio), celebrazioni liturgiche, letture in lingue diverse,                    PREghiera dei fedeli, ministeri, iniziative di socializzazione(festa dei popoli, buffet), piccole iniziative culturali,           doposcuola, centro d’ascolto, oratorio estivo/montagna, Casa di Betania in Rozzano e Abbazia Mirasole in Opera,        ect.

III. di cooperazione con altre realtà: dare seguito alle presenze significative nel territorio con le

  • Cappellanie: quella filippina a Milano3-Basiglio è ben strutturata (con messa domenicale, consiglio pastorale); sporadicamente e annualmente a Noverasco
  • Opera quella koreana e quella equadoregna; anche un gruppo di catechesi in inglese per la American School.
  • dialogo e incontro sull’ ecumenismo: comunità Romena ortodossa di Ponte Sesto/Rozzano, e con realtà in zone limitrofe come Copti egiziani di Quintosole, Monaci Ortodossi di Lacchiarella.
  •  extra ecclesiale: scuole, centri comunitari, associazioni, cooperative sociali.

4, Sogno nato dal sinodo in una realtà del nostro decanato: “Casa della Missione” a Badile di Zibido San Giacomo

 

Coordinamento laici di Decanato e Giunta Decanale

VERSIONE SCARICABILE PDF

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)