REGOLAMENTO & ATTIVITA’

 

REGOLAMENTO 

PREMESSA Il presente regolamento stabilisce le norme ed i rapporti tra la scuola e le famiglie. Esso vuole essere uno strumento operativo e funzionale. A tale proposito si confida nel senso di responsabilità e di collaborazione di tutti i genitori e famigliari.

ARTICOLO 1: I bambini vengono accolti, previa sottoscrizione di apposita domanda da parte dei genitori o di rappresentante legale da consegnare alla Scuola nei termini stabiliti annualmente dalle disposizioni di legge e dagli accordi territoriali. L’Ente gestore potrà, usufruendo dei servizi in convenzione, verificare la veridicità delle informazioni trascritte nel modulo di iscrizione. Sono ammessi i bambini e le bambine che abbiano già compiuto tre anni di età o che li compiranno entro il 31 dicembre, residenti in Zibido San Giacomo (MI). I bambini che compiono i tre anni entro il 30 aprile, potranno essere ammessi alle seguenti condizioni: – disponibilità di posti e esaurimento di eventuali liste di attesa dei bambini che compiono i tre anni entro il 31 dicembre – alla valutazione pedagogica e didattica, da parte del collegio dei docenti, dei tempi e delle modalità dell’accoglienza.

ARTICOLO 2: L’iscrizione ed il rinnovo dell’iscrizione comporta il pagamento di una quota (non rimborsabile) quale contributo per la Segreteria, l’acquisto di materiale didattico e di consumo utilizzato dal bambino e dal Collegio Docenti per l’intero anno scolastico. Tale quota viene fissata annualmente dal Consiglio di Amministrazione.

ARTICOLO 3: L’orario della Scuola è così strutturato: Pre-Scuola: ore 7.30-9.00 Entrata: ore 9.00-9.15 Prima Uscita (su richiesta): ore 13.00-13.30 Seconda Uscita: ore 16.00-16.15 Post-Scuola: A ore 16.15-17.00 B ore 17.00-18.00

ARTICOLO 4: Il diritto alla frequenza comporta il pagamento di una retta annuale suddivisa in quote mensili (da settembre a giugno compreso) e quota di frequenza giornaliera; l’importo di dette rette viene fissato annualmente dal Consiglio di Amministrazione. La quota di retta mensile è fissa ed obbligatoria per tutto l’anno scolastico e deve essere pagata entro il 10 del mese di cadenza, al fine della conservazione del posto; il mancato pagamento comporta la perdita di tale diritto. La quota di frequenza giornaliera è pagata in base ai giorni di effettiva presenza del bambino. Servizio di Pre e/o Post scuola: qualora la domanda venisse accolta, è fatto obbligo ai genitori di riconoscere la quota mensile per tutta la durata dell’anno scolastico, indipendentemente dall’eventuale ritiro nel corso dell’anno stesso. Solo in casi di necessità improvvisa è possibile usufruire del servizio straordinario a “GETTONE”. Per un dovere di giustizia verso tutte le famiglie che iscrivono i figli e verso l’ente pubblico che eroga contributi, qualora si dovesse registrare il mancato pagamento di rette scadute, la Scuola Materna incaricherà un legale per provvedere coattivamente all’incasso di tutti gli importi rimasti insoluti. Inoltre non saranno accettate le iscrizioni agli anni successivi presentate da famiglie che hanno pendenze insolute con la Scuola Materna San Giacomo. Infine, qualora la morosità sia ripetuta, verrà sospesa anche l’efficacia della iscrizione all’anno in corso e – conseguentemente – la frequenza alla Scuola del/la bambino/a.

ARTICOLO 5: Si deve tener presente che non è un diritto della famiglia ottenere una riduzione della retta e non è un dovere della Scuola Materna concederla. L’eventuale richiesta di esenzione o riduzione sul pagamento delle rette previste, viene concesso esclusivamente su insindacabile giudizio del Consiglio di Amministrazione previa domanda dei genitori interessati da presentarsi all’atto dell’iscrizione, corredata dai documenti che comprovino e motivino la richiesta. Il Consiglio di Amministrazione potrà effettuare gli opportuni accertamenti nei modi e nei luoghi previsti dalle vigenti disposizioni di legge.

ARTICOLO 6: All’atto dell’iscrizione le famiglie devono dimostrare che il bambino è in regola con gli obblighi previsti dalla legge sanitaria e dalle altre disposizioni in materia. Qualora il bambino/a fosse soggetto/a ad allergie o intolleranze, è necessario un certificato medico specialistico da consegnare alla scuola secondo gli indirizzi dettati dalla ASL della Provincia di Milano e richiamati nell’Informativa per la gestione delle diete allegata alla domanda di iscrizione. La scuola NON somministra farmaci ai bambini eccetto i salvavita e solo previa presentazione della relativa documentazione da richiedere presso la Scuola stessa.

ARTICOLO 7: In caso di assenza, è fatta richiesta alla famiglia di comunicarlo motivando l’assenza del bambino/a. E’ fatto obbligo di comunicare l’assenza dal 1° giorno in caso di malattia infettiva e in questo caso, per la riammissione, è necessario il certificato medico. In caso di pediculosi, per la riammissione è necessario il certificato medico che attesti l’avvenuto trattamento.

ARTICOLO 8: In caso di necessità o quando se ne ravvisi l’opportunità, la direzione può invitare i genitori a sottoporre il proprio figlio/a ad una visita generica o specialistica dandone pronta comunicazione dell’esito alla direzione stessa.

ARTICOLO 9: In ottemperanza alle normative di legge, nel caso il bambino subisca un infortunio durante l’orario scolastico, la scuola si impegna ad informare immediatamente la famiglia e in caso di gravità si attiva per sottoporre il bambino a visita di pronto soccorso provvedendo al trasporto a mezzo autoambulanza. A tale proposito è obbligo da parte dei genitori fornire alla segreteria della scuola e per iscritto, recapito telefonico aggiornato. La scuola declina ogni responsabilità in caso di recapiti errati o non aggiornati.

ARTICOLO 10:La scuola, in ottemperanza alle vigenti disposizioni, è dotata di un piano di sicurezza e di evacuazione. Al fine del rispetto delle normative e per ragioni igienico-sanitari, ma soprattutto per non distogliere l’insegnante dai suoi doveri verso gli altri bambini, i genitori o chi ne fa’ le veci, devono accompagnare il bambino/a sulla porta del luogo preposto attendendo l’accoglienza da parte dell’insegnante, astenendosi dall’entrare in detti luoghi e soprattutto non soffermandosi a parlare con l’insegnante stessa. Gli accompagnatori devono rimanere nella scuola solamente il tempo stretto necessario per assolvere detto compito.

ARTICOLO 11: Rientrano nel progetto educativo le uscite didattiche sia a piedi che con mezzi di trasporto, come pure le riprese e le fotografie per la documentazione come specificato nella domanda di iscrizione.

ARTICOLO 12: L’ammissione del bambino alla scuola comporta per i genitori o chi ne fa’ le veci, l’accettazione delle norme stabilite dal presente Regolamento e di quelle allegate, nonché le finalità e gli indirizzi educativi-religiosi previsti dallo Statuto, dal Progetto Educativo e dal Piano dell’Offerta Formativa della Scuola, documenti che si possono consultare presso la Direzione, previo appuntamento.

ARTICOLO 13: Il Cortile della Scuola NON è il parco giochi. Si invitano quindi i genitori o le persone delegate al ritiro dei bambini a NON SOFFERMARVISI.

ARTICOLO 14: Quando sono presenti i genitori o coloro che accompagnano o riaccolgono i bambini sono responsabili giuridicamente dei danni causati dai bambini stessi verso altre persone o verso i beni della Scuola. L’Assicurazione della Scuola subentra soltanto quando vi è una responsabilità giuridica della Scuola stessa; non interviene invece quando la responsabilità del danno è attribuita all’adulto che accompagna il bambino/a. Ciò avviene soprattutto in occasione dell’ingresso dei bambini oppure al termine delle attività della Scuola.

ARTICOLO 15: Le pratiche di danno sono gestite dalla Compagnia di assicurazione. Le richieste di danno devono essere presentate dalla famiglia direttamente alla Compagnia assicuratrice, chiedendo al Gestore gli estremi, entro il termine di giorni 3 dal fatto e, in copia, consegnate al Gestore Legale Rappresentante della Scuola.

Condividi su:   Facebook Twitter Google